armando_pintus_business_coaching_aziendale_2_Serve il Coaching Aziendale ai Coachee, agli HR e alle imprese?

Può esserci un felice matrimonio ad alto R.O.I. fra aziende, Coachee, Coach, coaching e business coaching? Oppure è meglio che vi sia un allontanamento o un divorzio?

Questo dipende da vari fattori che possono dare grande successo o creare anche “cocenti fallimenti”.

Come riportato anche su www.csrformazione.it/hr-coaching-aziendale-pintus-aidp-aicp-icf/

abbiamo organizzato a Milano l’interessante meeting sull’importanza delle attività di coaching aziendale e sui suoi fattori di successo.

La ricerca sul Coaching aziendale

L’incontro è iniziato con la presentazione dei risultati emersi nella ricerca svolta da me, Armando Pintus, insieme a Katherina Tsalikis, su COSA RENDE PiU’ O MENO EFFICACE UN’ATTIVITA’ DI COACHING AZIENDALE”.

armando_pintus_business_coaching_aziendale_1_Questa ricerca (che è tutt’ora in fase di svolgimento essendo state per ora intervistate 65 importanti aziende sulle 120 previste dal nostro progetto di ricerca) mette in evidenza tutta una serie di importanti aspetti. Fra questi:

  • Individuare i fattori che vengono percepiti come più importanti per poter realizzare percorsi di coaching aziendale efficaci e di successo;
  • evidenziare i “punti di attenzione”che permettono di effettuare investimenti più soddisfacenti e redditizi per tutti gli attori aziendali coinvolti;
  • mettere a fuoco ciò che consente di migliorare i risultati dei servizi di coaching aziendale realizzati nell’impresa. Servizi che sono proposti per lo più dagli HR ai C-Level, ai Responsabili di unità organizzative o di business e ai Coachee. Siano essi gestori, high potential, persone che cambiano ruolo o che siano “a rischio drop-out” o altro.

Chi è interessato a ricevere le slide di presentazione sulla sintesi dei risultati emersi, la può avere agevolmente richiedendola via e-mail ad Armando Pintus – a.pintus@csrformazione.it o contattando la Segreteria Organizzativa di CSR  al n. 02/76.11.33.38.

Oltre 90 sono stati i numerosi partecipanti a questa iniziativa (che si è svolta presso la centralissima Scuola de “La Cucina Italiana www.scuola.lacucinaitaliana.it).

Sia durante la presentazione, sia a margine di essa, vi sono stati vari interventi con domande, anche tecniche, che sono state di indubbio stimolo per relatori e platea.

I contributi dati sul tema del Coaching aziendale

Nell’incontro sono stati dei contributi molto stimolanti da parte del presidente di AIDP LOMBARDIA Marco Vigini, dai Presidenti e Vice-Presidenti di ICF e AICP Raquel Guarnieri Fabrizio Bresciani Massimo Negro Maria Grazia Biggiero, su temi vari e rilevanti quali:

  • ciò che le associazioni fanno nell’interesse dei Coach e dei propri Stakeholder;
  • l’importanza del codice etico che dà un preciso indirizzo nell’espletamento delle attività di coaching aziendale;
  • cosa significa avere prassi corrette e coerenti con il tipo di attività professionale che è oggetto dell’associazione e della professione di Coach, e molto altro.

coaching_aziendale_sefania_de_vanna_dentsu_aegis_group_michele_riccardi_edenred_coaching_aziendale_Pietro_paolo_origgi_mellin_danone_company_michele_riccardi_edenred_A seguire gli interessanti contributi dei testimonial aziendali invitati, che sono stati:

Essi hanno portato la propria lunga esperienza fatta in qualità di “committenti di coaching” . Dopo di ciò si sono confrontati su vari temi, fra cui:

  • per quali ruoli e attività lavorative verranno soprattutto realizzate nel futuro  delle attività di coaching aziendale?
  • le possibili nuove popolazioni aziendali che verranno coinvolte nelle future attività di coaching, quali saranno?
  • e le tematiche di maggior rilievo nei prossimi 5 – 10 anni che coinvolgeranno aziende e coach?;
  • e quali saranno, invece, le capacità e abilità che i coach dovranno sviluppare per “essere al passo” con i tempi che cambiano e con le nuove richieste che verranno dalle organizzazioni.

Questa iniziativa è stato un grande successo. Successo che mi ha reso veramente orgoglioso, essendone stato fin da subito il coordinatore, e che è stato possibile anche grazie alla magnifica ospitalità di Giorgio Garau e della Scuola de “La Cucina Italiana www.scuola.lacucinaitaliana.it (di cui Giorgio Garau è Direttore).

Finito l’incontro vi è stato un graditissimo aperitivo e una visita guidata alle cucine della Scuola della Cucina Italiana. Cucine nelle quali spesso vengono anche organizzati corsi e sessioni di team building mirato per le aziende.

Un grazie di cuore, pertanto, a tutti i coloro che hanno portato le proprie esperienze e punti di vista dando un vivo contributo a rendere ineteressante e di grande soddisfazione questa iniziativa.

 

Facebook Comments

Post a comment